Biografia - Norma Gimondi 2017

Valutazione attuale: 5 / 5

Stella attivaStella attivaStella attivaStella attivaStella attiva
 

Norma Gimondi - Mi presento
norma gimondi felice eddy merckx

Norma Gimondi nasce a Bergamo nel 1970.
Ragazzina, si avvia al ciclismo, sua grande passione, frequentando l’oratorio di Sombreno, che ha una società sportiva per i cui colori è tesserata per otto anni. Papà e mamma, soprattutto mamma Tiziana, hanno sempre cercato di dissuaderla dall’attività agonistica, non certo per il cognome che porta. Lei pedala ancora oggi quasi quotidianamente, perché muoversi in bici è un ottimo antidoto allo stress lavorativo, un’autentica medicina.

Felice Gimondi e little piccola Norma

Attualmente single, risiede a Paladina, in località Castello, in appartamento proprio, vicina a quello dei genitori, Felice e Tiziana. A un passo vivono la sorella Federica con il marito Maurizio De Grassi e il nipotino, Davide. La sorella e il cognato si occupano di assicurazioni e dopo la scelta di Felice Gimondi di lasciare il ruolo di agente a fine agosto 2016, sono ora titolari della Assicurazioni Gimondi Group.  
Si laurea in Giurisprudenza il 25 marzo 1997 presso l’Università Cattolica del Sacro Cuore di Milano, con una tesi sull’ISVAP, gli intermediari assicurativi. In precedenza ha frequentato le scuole elementari a Paladina e, successivamente, le scuole medie presso le Suore del Sacro Cuore di Gesù per poi conseguire il diploma nel Liceo scientifico presso il Collegio Vescovile Sant’Alessandro di Bergamo.
Avvocato civilista è stata anche membro della Corte Federale d’Appello della Federazione Ciclistica Italiana, da marzo 2015 all’11 novembre 2016, quando si è dimessa per candidarsi alla presidenza della Fci.
A livello sportivo Norma è stata procuratrice di numerosi ciclisti professionisti ed ha assistito diversi atleti in procedimenti disciplinari in materia di violazione della normativa sul doping. Da gennaio 2017 lascerà lo studio attuale per associarsi, sempre a Bergamo, all’avvocato Domenico Lanfranco che assiste, in qualità di legale, squadre calcistiche anche di Serie A.
Norma Gimondi, se eletta, non lascerà la professione forense che continuerà a svolgere con la medesima passione e abnegazione e con il supporto del nuovo studio legale.
Quanto alle piacevoli ritualità delle società ciclistiche, feste e premiazioni, cercherà di selezionarle, evitando il presenzialismo che ha contraddistinto gestioni precedenti, con trasferte notevolmente onerose. La sua idea è che ci sia da lavorare parecchio, a Roma in Federazione, per rispondere ai molti problemi che affliggono il movimento ciclistico. Di certo in trasferta non dimenticherà la bici, la porterà nel baule dell’auto perché non intende rinunciare alle sue uscite in bicicletta, indispensabili, antistress.

La playlist coi miei interventi ad oggi

Newsletter

Amarcord Felice

Argomenti

Facebook

Chi è online

Abbiamo 2 visitatori e nessun utente online